Skip to content

Your web resource on Hymenoptera Chrysididae and Macrophotography

The published papers on Italian Chrysidids - Years 1995-1996

 

 

Year: 1995

Author: Strumia F.

Title: Un nuovo Pseudomalus di Italia, Corsica e Grecia.

Journal: Boll.Soc.entomol.Ita. 127 (3): 243-250.

Keywords: .

Language: Italian.

Italiano Riassunto: Viene descritta una nuova specie Pseudomalus meridianus sp.n. (Hymenoptera Chrysididae). Questa specie è attualmente nota d'Italia, di Grecia e dell'Isola di Corsica. Vengono inoltre segnalati due nuovi ospiti per la specie affine P.triangulifer Abeille e precisamente Pemphredon (Cemunus) lethifer (Schuckard) e P.(C.) rugifer (Dahlbom) (Hymenoptera Sphecidae). Viene fornita una chiave dicotomica per l'identificazione delle specie di Pseudomalus del gruppo auratus dell'Europa.

English Abstract: Pseudomalus meridianus sp.n. (Hymenoptera Chrysididae) is described from Italy, Greece and Corsica. The new species is easily distinguished from the most closely related P.violaceus Scopoli by: a- head non converging posteriorly (fig.1a,e) b- facial cavity V shaped (fig.1a,e); c- mesopleuron striate between punctures; d- lateral area of mesonotum striate; e- forefemur expanded and rectangular in shape (fig.1 d,g); f- T-III apical margin deeply emarginate (fig.1 c,f); h- male F-I non metallic or near so. A key is given for the identification of the european Pseudomalus of the auratus group: auratus, meridianus sp.n., triangulifer and violaceus. Two new hosts of P.triangulifer are Pemphredon (Cemunus) lethifer (Schuckard) and P. (C.) rugifer (Dahlbom) (Hymenoptera Sphecidae). Type (female), allotype and paratype in the author's collection, paratypes (male) in the Museo Civico di Storia Naturale di Genova.


Year: 1995

Author: Negrisolo, E.

Title: The Aculeate communities (Hymenoptera, Aculeata) of two coastal areas of the Veneto region (North eastern Italy).

Journal: .

Keywords: .

Language: English.

Italiano Riassunto: Le comunità di aculeati (Hymenoptera aculeata) di due aree litoranee della Regione Veneto (Italia Nord Orientale). Le aree litoranee venete hanno subito negli ultimi decenni notevoli cambiamenti che talora ne hanno stravolto la fisionomia, degradandole profondamente. Questo lavoro, relativo alle comunità di Imenotteri Aculeati di due di tali ambienti, rispettivamente Eraclea Mare (VE) e Porto Caleri (RO), è stato svolto col duplice intento di conoscere le faune di questi luoghi e di verificare lo stato di conservazione delle medesime. Sono stati raccolti 1307 esemplari appartenenti complessivamente a 157 specie: di queste, 123 sono presenti a Porto Caleri, 87 ad Eraclea Mare. I due gruppi di aculeati maggiormente rappresentati in entrambe le stazioni sono gli Sfecidi e gli Apoidei (complessivamente, più del 70% del totale delle specie). Gli Apoidei mostrano una certa flessione ad Eraclea Mare dove probabilmente soffrono della presenza di una scarsa flora spontanea e di un ambiente eccessivamente antropizzato. Il massimo di presenze di specie si realizza in entrambe le aree a metà luglio, con un secondo picco nella tarda estate. Le due faune sono state confrontate utilizzando l'indice di Sørensen che è risultato essere pari a 0.50. Particolarmente visitati sono i fiori (o le infiorescenze) di Eryngium maritimum L., Echinophora spinosa L. e Limonium bellidifolium (Gouan) Dumort., come risulta dalle liste dei loro visitatori, presentate in queste pagine. Se Porto Caleri è l'area più ricca di specie, anche a Eraclea Mare sono presenti specie di notevole interesse. A questo proposito è auspicabile un deciso intervento a protezione degli ultimi lembi di dune presenti in questa località dell'alto Veneziano.

Italiano Commento: Quattro specie di crisidi (Hedychrum nobile, H.rutilans, Hedychridium jucundum e Holopyga ovata) si trovano nell'elenco delle specie fornito dall'autore.

English Abstract: This paper deals with the aculeate communities of two coastal area, respectively Eraclea Mare (VE) and Porto Caleri (RO), of Veneto Region (North eastern Italy) 157 species are recorded for these areas. The two faunas have been compared using Sørensen's index of similarity (score 0.50). lists of the species visiting Eryngium maritimum L., Echinophora spinosa L. and Limonium bellidifolium (Gouan) Dumort. are given.


Year: 1995

Author: Agnoli G.L.

Title: Una nuova sottospecie sarda di Parnopes grandior Pallas.

Journal: Boll. Soc. entomol. ita. 127: 49-51.

Keywords: .

Language: Italian.

Italiano Riassunto: Parnopes (s.str.) grandior linsenmaieri n.ssp. Ť descritta della Sardegna centro-settentrionale come sottospecie geografica. Questa forma, similmente a P. unicolor Grib., non presenta colorazione metallizzata dell'addome. Rispetto alla forma tipica presenta altre differenze cromatiche e morfologiche, ma non tali da proporre un rango specifico distinto. Parnopes grandior tipica sembra assente in Sardegna, dove viene sostituita da popolazioni endemiche della sottospecie linsenmaieri n.ssp. Bembix geneana Costa Ť ospite probabile di linsenmaieri n.ssp. Altre informazioni

English Abstract: Parnopes (s.str.) grandior linsenmaieri n.ssp. from Sardinia (Italy) is described, as a geographical subspecies. Like P. unicolor Grib. the n.ssp. hasn't any metallic coloration on the gaster. Compared to typical form, linsenmaieri n.ssp. has another chromatic-morphologic differences, but not so considerable to establish a new species. Typical Parnopes grandior (Pall.) is not present on the isle, where endemic linsenmaieri n.ssp. takes the place of typical grandior. Bembix geneana Costa seems to be the probable host of linsenmaieri n.ssp. More info


Year: 1995

Author: Strumia F.

Title: Indagine sui Crisidi e mutillidi invernali.

Journal: Frustula entomol. XVIII: 177-187.

Keywords: .

Language: Italian.

Italiano Riassunto: Vengono riportati i risultati di una indagine svolta a stabilire la consistenza della fauna autunnale (settembre-novembre) di Hymenoptera Chrysididae e Mutillidae del territorio pisano. Le raccolte sono state eseguite principalmente usando trappole di Moericke (integrate con raccolte a vista) collocate in biotopi rappresentativi di un territorio di circa 1000 metri quadrati attorno alla città di Pisa. Si è osservato che una fauna abbastanza ricca rimane attiva sino alla fine dell'ultima decade di ottobre, anche se, specialmente l'ultimo mese, i crisidi si nutrono pochissimo sui fiori. Delle 36 specie osservate nessuna è risultata esclusiva del periodo autunnale, tuttavia alcuni generi (Hedychrum, Hedychridium e Chrysidea) e gruppi di specie del genere Chrysis (viridula, splendidula) sono prevalenti nella fauna autunnale sia come specie che come numero di indivui. Utilizzando i dati della letteratura si è potuta confrontare la fauna osservata con quella segnalata per la Palestina (località nota per la ricca fauna di Chrysididae) e per il Baden-Wurttemberg (Germania). La fauna pisana è risultata sorprendentemente ricca, anche considerando che il territorio studiato è più piccolo e che l'indagine si limita ai soli autunni 1994/95. I Mutillidi sono invece risultati assai meno rappresentati con solo 7 specie raccolte, mentre per mantenere la stessa proporzione dei crisidi si sarebbero dovute osservare almeno 15-20 specie distinte..

English Abstract: The Chrysididae and Mutillidae fauna of late summer and autumn (September to November 1994 and 1995) was studied on a territory of about 1000 square km around Pisa (Toscana - Italy) by using mainly Moericke traps. 36 species of Chrysididae and 7 species Mutillidae resulted to be active up to late October..


Year: 1995

Author: Arnone, M. & Romano M.

Title: Hymenoptera Chrysididae.

Journal: Naturalista Siciliano 19 (suppl.): 777-783.

Keywords: .

Language: Italian.

Italiano Riassunto: Vengono esposti I risultati delle ricerche effettuate a Lampedusa, Linosa e Pantelleria, relative agli Imenotteri della famiglia Chrysididae. A Lampedusa il reperto più notevole è quello di Chrysis exsulans, specie nuova per l'Italia e per l'Europa. Viene confermata la presenza di Chrysis cerastes, mentre nuove per l'isola risultano Pseudomalus auratus, Chrysis leachii e Chrysis auriceps. Per Linosa è riportata Chrysis auriceps, nuova per l'isola. Infine per Pantelleria vengono segnalati Pseudomalus auratus, nuovo per l'isola, e Chrysis semicincta tricolor.

English Abstract: The species of Chrysididae collected on the islands of Lampedusa, Linosa and Pantelleria are listed. The most relevant species found on Lampedusa was Chrysis exsulans, new record both for Italy and Europe. Pseudomalus auratus, Chrysis leachii and Chrysis auriceps are new records for the island; the presence of Chrysis cerastes is confirmed. A single specimens was collected in Linosa, Chrysis auriceps, new record for the island. Two species were found in Pantelleria: Pseudomalus auratus, new record for the island, and Chrysis semicincta tricolor.


Year: 1995

Author: Strumia F.

Title: Hymenoptera Chrysididae. In: Minelli A, Ruffo S., La Posta S (eds). Checklist delle specie della fauna italiana, 99.

Journal: Calderini, Bologna.

Keywords: .

Language: Italian.

Italiano Riassunto: Checklist dei Crisidi italiani. Dalla presente indagine, la prima per il territorio italiano, risulta la presenza di 222 specie ed ulteriori 35 sottospecie (di queste 30 sono citate per la prima volta, 12 sono endemiche (1 in Italia centrale, 10 in Sardegna e 1 in Sicilia) e 12 necessitano di ulteriore conferma).

English Abstract: Checklist of the Italian Chrysidids. The work, the fist of this kind for the Italian territory, points out the presence of 222 species and 35 subspecies (30 are recorded for the first time, 12 are endemic (1 in central Italy, 10 in Sardinia and 1 in Sicily) and 12 need a further confirmation).

 

For citation purposes
Agnoli G.L. & Rosa P., Chrysis.net website, interim version 11-Nov-2010 , URL: http://www.chrysis.net/.