Skip to content

Your web resource on Hymenoptera Chrysididae and Macrophotography

backMacro-monografie: Chrysura refulgens

Relazioni fra Chrysura refulgens Sp. (Hymenoptera Chrysididae) e Serapias vomeracea laxiflora (Orchidaceae)

di L. Filippi

Maggio 1997, Toscana, Italia. Viene osservata Chrysura refulgens Sp. far capolino da un fiore di Serapias vomeracea laxiflora (Orchidaceae). L'esemplare, un maschio, ha quattro masse polliniche attaccate all'addome.

Il Genere Serapias L. comprende una ventina di specie e sottospecie di Orchidee spontanee, di cui circa 7-8 presenti in Italia. Serapias vomeracea laxiflora è una pianta alta 15-55 cm con inflorescenze di 3-10 fiori; i fiori hanno sepali e petali riuniti a formare un casco (elmo) piuttosto appariscente.

Seguendo i movimenti del criside, nel pomeriggio l'esemplare ha occupato un fiore differente rispetto alla mattina, ma sempre appartenente alla stessa pianta. Alle 9:30 del giorno successivo il criside era tornato nel fiore della mattina precedente, poi abbandonato verso le 10:30. Alle 15:30 ha occupato un nuovo fiore. Osservazioni proseguite nei giorni successivi hanno rivelato che il criside occupava fiori di due piante differenti, ma vicine, spostandosi con una certa regolarità e scegliendo i fiori maggiormente esposti al sole.

Il maschio di Chrysura refulgens rimaneva nel fiore con la testa rivolta all'esterno (figg. 1 e 2), ma anche in posizione opposta, con l'addome rivolto verso l'alto e con la testa rivolta verso il basso. Questa seconda posizione era la preferita anche da Megachile centuncularis (Aculeata Apoidea Megachilidae). In tal modo, le masse polliniche (pollinidi) del fiore aderivano al corpo e avveniva il trasporto in fiori successivi (impollinazione).

Popup alert clicca le immagini per ingrandirle:

Chrysura refulgens Chrysura refulgens Chrysura refulgens Chrysura refulgens

 

Gli spostamenti del criside di fiore in fiore sono stati spiegati attraverso i rilievi di temperatura campionati con un microtermometro sia all'esterno, sia all'interno dei fiori. Il criside, durante il giorno, occupa un fiore direttamente esposto al sole e alla sera si posiziona nel fiore che sarà riscaldato per primo. I fiori esposti al sole hanno temperature interne superiori sia rispetto ai fiori in ombra, sia all'ambiente esterno (delta pari a +3.1~3.3 °C).

La temperatura dei fiori già impollinati risulta meno superiore a quella dell'ambiente esterno, per cui questi fiori sono meno ricercati dal criside che si sposta. I fiori appassiti non hanno alcuna differenza di temperatura rispetto all'ambiente esterno.

Riferimenti bibliografici

  • Felicioli A., Strumia F., Filippi L. & Pinzauti M., 1998 - Observations on the relations between Orchids of the genus Serapias and their pollinators in an area of central Tuscany. Frustula ent., 21: 103-108.
  • Filippi L., 2001 - Alcuni giorni in compagnia di Serapias vomeracea laxiflora (Orchidaceae) e di Chrysura refulgens (Hymenoptera Chrysididae). HY-MEN, 10: 11-13.

For citation purposes
Agnoli G.L. & Rosa P., Chrysis.net website, interim version 10-Jan-2010 , URL: http://www.chrysis.net/.