Skip to content

Your web resource on Hymenoptera Chrysididae and Macrophotography
elenco delle specieelenco delle specie

backGenere: Holopyga Dahlbom, 1845

Holopyga Dahlbom, 1845Sinonimia

Holopyga Dahlbom 1845:4. Type: Holopyga amoenula Dahlbom 1845:4. Desig. by Ashmead 1902:227.
Halopyga Tournier 1878:305. Invalid emendation of Holopyga Dahlbom 1845.
Pseudhedychrum Abeille 1879:27. Type: Chrysis fervida Fabricius 1781:456. Desig. by Bodenstein 1939: 130.
Oar Semenov 1954b:142. Type: Oar globulus Semenov 1954b:144. Orig. desig. and monobasic.
Psacas Semenov 1954b:l43. Type: Psacas meda Semenov 1954:143. Otig. desig. and monobasic.

Descrizione

Le specie di crisidi appartenenti a questo genere sono di piccola o media taglia (4-8 mm) e molto robuste. Cavità facciale corta e con sottili strie trasversali, mandibole pluridentate, regione postoculare dilatata e generalmente angolosa. Ali anteriori con la venatura mediale piegata a gomito, con la cella marginale incompleta e la vena subcostale corta, Rs molto curvato. Mesopleure carenate ed angolate. Unghie tarsali grandi, provviste di numerosi denti, da tre a cinque, che diminuiscono di grandezza dall'apice dell'unghia alla base. Addome corto e largo, convesso; T-III arrotondato lungo l'apice.

Discussione

il genere Holopyga è presente in tutte le regioni zoogeografiche, ma la maggior parte delle 100 specie ha una distribuzione paleartica. Alcune specie italiane sono sessualmente dimorfiche per la colorazione del corpo; in alcune, come jurinei, i maschi hanno il torace blu o verde, mentre le femmine hanno il torace rosso; in altre specie, come fervida, la femmina è completamente colorata di rosso, mentre il maschio è completamente verde-blu. Questo dimorfismo ha spesso comportato la descrizione dei due sessi come specie diverse; sul caso della fervida si è discusso molto: Invrea, ancora nel 1920, dubitava che i due sessi corrispondessero alla stessa specie. La nomenclatura di questo genere è sempre stata particolarmente complessa, tanto che non solo Linsenmaier nelle sue pubblicazioni ha spesso cambiato i nomi e le sinonimie alle diverse specie, ma addirittura Kimsey & Bohart, nel loro lavoro di revisione, hanno risolto il problema riunendo tutti i nomi in sinonimia di poche specie: es. H. jurinei Chevr. e H. ignicollis Dahlbom sinonimi di H. chrysonota (Foerster), ma queste sono chiaramente tre specie diverse, ben distinte dai caratteri morfologici e dalla colorazione, che nelle prime due vede i maschi con il torace interamente verde, mentre in H. chrysonota il torace è metà verde e metà rosso. Hanno inoltre posto in sinonimia di H. amoenula specie molto lontane tra loro (come H. inflammata (Foerster), che è una specie con la parte dorsale completamente rossa, con H. generosa (Frst.), che presenta il torace verde in entrambi i sessi), che sono soprattutto ben diverse in tutti i caratteri che vengono solitamente considerati (dalla forma generale del corpo alla punteggiatura).

Le specie italiane

  1.  Holopyga austrialis Linsenmaier, 1959
  2.  Holopyga chrysonota (Förster, 1853)
  3.  Holopyga fastuosa generosa (Förster, 1853)
  4.  Holopyga fastuosa proviridis Linsenmaier, 1959
  5.  Holopyga fervida (Fabricius, 1781)
  6.  Holopyga gloriosa-aureomaculata 0
  7.  Holopyga ignicollis Dahlbom, 1854
  8.  Holopyga inflammata (Förster, 1853)
  9.  Holopyga jurinei Chevrier, 1862
  10.  Holopyga lucida Lepeletier, 1806
  11.  Holopyga punctatissima Dahlbom, 1854
  12.  Holopyga punctatissima reducta Linsenmaier, 1959
  13.  Holopyga sardoa Invrea, 1952

 

For citation purposes
Agnoli G.L. & Rosa P., Chrysis.net website, interim version 20-Dec-2011 , URL: http://www.chrysis.net/.