Skip to content

Your web resource on Hymenoptera Chrysididae and Macrophotography

avantiindietro Obiettivi speciali

Obiettivi ad uso specialisticoGli obiettivi di uso non specialistico si dividono a seconda della lunghezza focale in:

  • obiettivi normali (con focali intorno ai 50mm, simili all'angolo dell'occhio umano);
  • obiettivi grandangolari (con focali inferiori a 50mm, ad es. un 20mm per paesaggio);
  • obiettivi tele (con focali superiori a 50mm, ad es. un 135mm da ritratto).

Inoltre, gli obiettivi possono essere suddivisi in altre categorie:

  • obiettivi a focale fissa (ad es. un 50mm);
  • obiettivi a focale variabile (o zoom, ad es. un 80-200mm).

Al di là di queste categorizzazioni, distinguiamo poi gli obiettivi speciali, cioè quelli ad uso specialistico.

 

Obiettivi macrofotografici

Canon MP-E 65mm f/2.8 MacroGli obiettivi macro sono fra gli obiettivi più corretti otticamente. Sono caratterizzati da alto potere risolvente e meccanica elicoidale a lunga escursione, per allontanare progressivamente le lenti preposte all'ingrandimento dal piano-pellicola. Alla fine corsa dell'elicoide si raggiunge così la distanza minima di messa a fuoco, a cui corrisponde il massimo ingrandimento consentito dall'obiettivo.

Le focali classiche sono 50mm, 100mm e 200mm, con possibili varianti (55mm, 60mm, 90mm, 105mm, 180mm). In genere, a parità di ingrandimento, la distanza di messa a fuoco aumenta con l'aumentare della lunghezza focale e a parità di diaframma la profondità di campo diminuisce.

Vale per tutti il fatto che maggiore è l'ingrandimento, minore è la profondità di campo, per cui in genere si lavora con diaframmi molto chiusi. Gli attuali obiettivi per macrofotografia permettono riproduzioni 1:1 (soggetto riprodotto con le sue dimensioni reali sul fotogramma) o superiori. Di seguito le caratteristiche base degli obiettivi Canon EF per macrofotografia (analogica e digitale):

obiettivo angolo di campo gruppi/lenti diaframma minimo distanza minima ingrandimento
Canon MP-E 65mm f/2.8 Macro
18°40'
8/10
16
24 cm
1 - 5x
Canon EF-S 60mm f/2.8 Macro
25°
8/12
32
20 cm
1x
Canon EF 100mm f/2.8 Macro
24°
8/12
32
31 cm
1x
Canon EF 180mm f/3.5L Macro
13°40'
12/14
32
48 cm
1x

 

Le macrofotografie eseguite con focali grandangolari, normali e tele differiscono nella resa prospettica. Ad esempio, con un soggetto inclinato, un grandangolare ne accentuerà l'inclinazione, allargando le dimensioni lineari più vicine e riducendo quelle più lontane; un tele, invece, appiattirà questa prospettiva, rendendo persino difficile capire se il soggetto è davvero inclinato.

Canon Macrophoto LensObiettivi Macro per Soffietto (Bellows) - Obiettivi di costruzione semplice, applicabili direttamente al soffietto. La messa a fuoco viene regolata tramite la ghiera di spostamento del soffietto. L'ingrandimento dipende invece dall'allungamento del soffietto e dagli eventuali accessori aggiuntivi (moltplicatori di focale, tubi di prolunga) e può raggiungere rapporti di 20:1 (20x). Canon 20/3.5 Bellows (4:1-10:1x) e Canon 35/2.8 Bellows (2:1-6:1x)

Canon Macrophoto Lens

 

 

Obiettivo soft-focus

Obiettivi soft-focus

Obiettivi a basso potere risolvente, usati per ritratto o per sfumare i contorni del soggetto, eliminado difetti o forti contrasti, attraverso il controllo manuale o della luce periferica (luce soffusa), o dell'aberrazione sferica (sfuocatura).

Usati per ritratto e still-life.

 

 

Obiettivi Tilt & Shift

Sono gli obiettivi "da architettura". Sono composti da una parte fissa e da una mobile dotata di meccanismi per il controllo della profondità di campo e della prospettiva.

La profondità di campo può venire aumentata inclinando la parte mobile, mentre la prospettiva è variata tramite spostamento sul piano orizzontale.

La fuga prospettica eccessivamente convergente può quindi essere raddrizzata e corretta.

I grandangolari decentrabili possono essere impiegati anche come obiettivi per soffietto.

Obiettivi Tilt & Shift

 

Per citazioni
Gian Luca Agnoli, Manuale di Fotografia Chrysis.net, URL: http://www.chrysis.net/photo/.