Skip to content

Your web resource on Hymenoptera Chrysididae and Macrophotography

avantiindietro Ritratto (cenni)

Il ritrattista dovrebbe trascorrere molto tempo insieme al soggetto da ritrarre: in questo tempo si fa conoscenza e si individuano gli aspetti e la personalità del soggetto, oltre alle sue reazioni alle varie circostanze. Tutto ciò ha lo scopo di ridurre tensioni e innaturalezze in fase di ripresa, ma soprattutto serve a catturare lo spirito del soggetto. La conversazione mantiene rilassato il soggetto e distoglie la sua attenzione dalla fotocamera. Bisogna sempre stimolare il soggetto, in qualsiasi modo; a volte è buona idea farlo camminare e seguirlo nei suoi movimenti, girargli attorno e cambiare inquadratura, riprenderlo di fronte, di profilo, per capire qual è il punto di ripresa più fotogenico. Una ripresa di 3/4 dà spesso buoni risultati, accentuando la tridimensionalità dei lineamenti. Il ritratto ambientato può inoltre servire a comunicare una sfumatura della personalità che caratterizza il soggetto.

Ritratto

 

Obiettivi

85mm, 100mm e 135mm, tutti con grande apertura (f/1.2-2). Le focali corte enfatizzano eccessivamente naso e orecchie. La scelta dello sfondo e della profondità di campo richiedono grande attenzione, per evitare di includere elementi di disturbo alle spalle del soggetto: lo sfondo deve essere per lo più uniforme e non troppo vario, dal momento che sarebbe distraente, e per questo va sfuocato il più possibile. La messa a fuoco deve essere eseguita sempre sugli occhi del soggetto.

Illuminazione esterna

Evitare ogni tipo di illuminazione diretta, ma schermarla e diffonderla con ombrelli e pannelli riflettenti, che ammorbidiscono i forti contrasti e le ombre nette. La lettura esposimetrica va fatta sulla pelle del soggetto, possibilmente con un esposimetro a mano, generalmente più accurato. Il tempo di otturazione ideale è 1/125", perché permette al soggetto di muoversi e al fotografo di fotografarlo senza "effetto mosso". Se il soggetto è in controluce, bisogna usare flash in modalità fill-in e/o pannelli riflettenti. Potrebbe essere necessario ammorbidire i toni della pelle e allo scopo si può usare un filtro soft specifico per il ritratto.

set minimo per ritratto                pannelli e sistemi di illuminazione da studio
A sinistra: set minimo per ritratto, costituito da un fondale colorato o scuro alle spalle del soggetto
e due pannelli per trasmettere un'illuminazione diffusa sul volto. A destra: alcuni accessori per il controllo dell'illuminazione in studio, fra cui bank diffusori, pannelli dorati, riflettori.

Per citazioni
Gian Luca Agnoli, Manuale di Fotografia Chrysis.net, URL: http://www.chrysis.net/photo/.