Chrysis ragusae De Stefani, 1888

SPECIES LIST

  • Pseudochrysis humboldti (Dahlbom, 1845)
  • Pseudochrysis incrassata (Spinola, 1838)
  • Pseudochrysis neglecta (Shuckard, 1837)
  • Pseudochrysis uniformis (Dahlbom, 1854)
  • Database of the Italian Chrysididae

    Chrysis ragusae De Stefani, 1888

    Chrysis ragusae De Stefani, 1888
    Image(s)
    Chorology: S-European
    Chorology: S-European
    Italian distribution of Chrysis ragusae
    Italian distribution

    Posizione sistematica di Chrysis ragusae De Stefani, 1888

    Sottofamiglia & Tribù Chrysidinae (Chrysidini) Size (mm)
    Dimensioni (mm):
     
    Genere & specie Chrysis ragusae De Stefani, 1888
    Gruppo di specie varidens-ragusae
    Combinazione originale Chrysis ragusae De Stefani, 1888
    Serie tipica Holoypus ♂ (lost)
    Descrizione originale ♂ - C. subrobusta, violacea, cinereo-pubescente, cavitate faciali viridi parce argenteo-tomentosa, superne haud marginata. Mandibulis piceis, basi viridibus. Antennarum scapo et articulo primo secundoque viridibus, reliquis fuscis. Capite confertim punctulato coriaceo, oculis ovalibus. Clypeo magno viridi, punctulato, antice truncato. Thorace planiusculo, dorso confertim modice punctato reticulato; pronoto transverso, sulco mediano obsoleto; scutello, postscutello metathoraceque praesertim punctulatis. Alis hjalinis, venis fuscis, tegulis cyaneis. Thorace fortiter, abdomine minus punctulato convexoque; primo segmento punctis minus frequentibus, truncatura antice virescente concaviuscola; basi segmenti secundi aenea; segmento tertio brevi valde convexo, disco haud immerso, foveolis profundis confluentibus, margine apicale quadridentato, denticulis lateralibus brevioribus. Ventre, pectore, pedibusque virescentibus, tarsis testaceis. Long. 5 ½ mm.

    Questa specie, di cui conosco il solo maschio, è nettamente distinta dalle non poche specie di Chrysis a color uniformemente violaceo che sinoggi si conoscono. Carattere principalissimo di questa Chrysis si è la forma dorsale del terzo segmento dell' addome. Dalle specie descritte dal Dalhbom nella VI falange e comprese nella sua seconda tribù, nella quale la mia specie rientrerebbe, se ne distingue per avere il dorso del terzo segmento perfettamente convesso, anzi molto convesso, non esiste nessuna traccia, per quanto leggiera, di depressione.

    La specie che più vi si avvicina sarebbe la C. dentipes Grav., ma da questa è anche ben distinta. La C. dentipes ha il vertice carenato, così pure la parte superiore della cavità facciale, inoltre essa ha la base del secondo segmento verde e nella parte mediana di questo segmento porta una carena longitudinale rilevata, il segmento terzo poi in questa Chrysis è immersum. Or tutti questi caratteri mancano nella mia specie e la ritengo quindi come inedita.
    Sinonimi e sottospecie paveli Mocs.
    Note sistematiche  

    Distribuzione geografica di Chrysis ragusae De Stefani, 1888

    Distribuzione mondiale

    Località tipica Italy (Sicily)
    Kimsey & Bohart Palaearctic: S Europe (Italy: Sicily), Turkey, SW URSS
    Linsenmaier Italy, Corsica, Dalmatia, Hungary, Bulgaria, Greece, Anatolia
    Altri Autori S Europe, W Asia. Malta (Strumia, 1981)
    Corologia S-European
    Note sulla distribuzione  

    Distribuzione geografica di Chrysis ragusae De Stefani, 1888

    Distribuzione italiana secondo la Checklist delle specie della Fauna italiana

    Macroregione Nord (N): Sud (S): Sicilia (Si): Sardegna (Sa):
    Endemismo

    Distribuzione italiana per regione amministrativa (Record bibliografici, evidenze personali e altre fonti)

    Regione amministrativa Record bibliografici Record FEI Record personali
    Piemonte Strumia, 2005;
    Valle d Aosta Rosa, 2006a;
    Lombardia
    Trentino Alto Adige
    Veneto Strumia, 2005;
    Friuli V.G.
    Liguria Invrea, 1921 (on Daucus carota L.); Rosa, 2005a; Strumia, 2005;
    Emilia Romagna Grandi, 1927; Rosa, 2005a, 2005b, 2006b; Strumia, 2005;
    Toscana Buysson, 1898; Strumia, 1990, 2002, 2005; Rosa, 2005a;
    Umbria Rosa, 2005a;
    Marche Erlandsson, 1972; Strumia, 1990, 2005;
    Lazio Invrea, 1921; Strumia, 2005;
    Abruzzo Rosa, 2004;
    Molise
    Campania Strumia, 2005;
    Puglia Puglia, 2005;
    Basilicata
    Calabria Strumia, 2005;
    Sicilia De Stefani, 1888; Mocsáry, 1889;
    Sardegna Invrea, 1921;
    Note di distribuzione

    Biologia di Chrysis ragusae De Stefani, 1888

    Ospiti conosciuti

    Polifago  
    Tenthredinidae  
    Vespidae  
    Eumenidae  
    Masaridae  
    Sphecidae  
    Apidae  
    Colletidae  
    Halictidae  
    Megachilidae  
    Anthophoridae
     
    Lepidoptera
     
    Note sugli ospiti

    Habitat conosciuto

    Habitat  
    Piante per posa/rifugio Daucus carota L. (Invrea, 1921)
    Parassiti noti  
    Note biologiche  

    Posizione sistematica di Chrysis ragusae De Stefani, 1888

    Sottofamiglia & Tribù Chrysidinae (Chrysidini) Size (mm)
    Dimensioni (mm):
     
    Genere & specie Chrysis ragusae De Stefani, 1888
    Gruppo di specie varidens-ragusae
    Combinazione originale Chrysis ragusae De Stefani, 1888
    Serie tipica Holoypus ♂ (lost)
    Descrizione originale ♂ - C. subrobusta, violacea, cinereo-pubescente, cavitate faciali viridi parce argenteo-tomentosa, superne haud marginata. Mandibulis piceis, basi viridibus. Antennarum scapo et articulo primo secundoque viridibus, reliquis fuscis. Capite confertim punctulato coriaceo, oculis ovalibus. Clypeo magno viridi, punctulato, antice truncato. Thorace planiusculo, dorso confertim modice punctato reticulato; pronoto transverso, sulco mediano obsoleto; scutello, postscutello metathoraceque praesertim punctulatis. Alis hjalinis, venis fuscis, tegulis cyaneis. Thorace fortiter, abdomine minus punctulato convexoque; primo segmento punctis minus frequentibus, truncatura antice virescente concaviuscola; basi segmenti secundi aenea; segmento tertio brevi valde convexo, disco haud immerso, foveolis profundis confluentibus, margine apicale quadridentato, denticulis lateralibus brevioribus. Ventre, pectore, pedibusque virescentibus, tarsis testaceis. Long. 5 ½ mm.

    Questa specie, di cui conosco il solo maschio, è nettamente distinta dalle non poche specie di Chrysis a color uniformemente violaceo che sinoggi si conoscono. Carattere principalissimo di questa Chrysis si è la forma dorsale del terzo segmento dell' addome. Dalle specie descritte dal Dalhbom nella VI falange e comprese nella sua seconda tribù, nella quale la mia specie rientrerebbe, se ne distingue per avere il dorso del terzo segmento perfettamente convesso, anzi molto convesso, non esiste nessuna traccia, per quanto leggiera, di depressione.

    La specie che più vi si avvicina sarebbe la C. dentipes Grav., ma da questa è anche ben distinta. La C. dentipes ha il vertice carenato, così pure la parte superiore della cavità facciale, inoltre essa ha la base del secondo segmento verde e nella parte mediana di questo segmento porta una carena longitudinale rilevata, il segmento terzo poi in questa Chrysis è immersum. Or tutti questi caratteri mancano nella mia specie e la ritengo quindi come inedita.
    Sinonimi e sottospecie paveli Mocs.
    Note sistematiche  

    Distribuzione geografica di Chrysis ragusae De Stefani, 1888

    Distribuzione mondiale

    Località tipica Italy (Sicily)
    Kimsey & Bohart Palaearctic: S Europe (Italy: Sicily), Turkey, SW URSS
    Linsenmaier Italy, Corsica, Dalmatia, Hungary, Bulgaria, Greece, Anatolia
    Altri Autori S Europe, W Asia. Malta (Strumia, 1981)
    Corologia S-European
    Note sulla distribuzione  

    Distribuzione geografica di Chrysis ragusae De Stefani, 1888

    Distribuzione italiana secondo la Checklist delle specie della Fauna italiana

    Macroregione Nord (N): Sud (S): Sicilia (Si): Sardegna (Sa):
    Endemismo

    Distribuzione italiana per regione amministrativa (Record bibliografici)

    Regione amministrativa Record bibliografici
    Piemonte Strumia, 2005;
    Valle d Aosta Rosa, 2006a;
    Lombardia
    Trentino Alto Adige
    Veneto Strumia, 2005;
    Friuli V.G.
    Liguria Invrea, 1921 (on Daucus carota L.); Rosa, 2005a; Strumia, 2005;
    Emilia Romagna Grandi, 1927; Rosa, 2005a, 2005b, 2006b; Strumia, 2005;
    Toscana Buysson, 1898; Strumia, 1990, 2002, 2005; Rosa, 2005a;
    Umbria Rosa, 2005a;
    Marche Erlandsson, 1972; Strumia, 1990, 2005;
    Lazio Invrea, 1921; Strumia, 2005;
    Abruzzo Rosa, 2004;
    Molise
    Campania Strumia, 2005;
    Puglia Puglia, 2005;
    Basilicata
    Calabria Strumia, 2005;
    Sicilia De Stefani, 1888; Mocsáry, 1889;
    Sardegna Invrea, 1921;
    Note di distribuzione

    Distribuzione italiana per regione amministrativa (Record FEI)

    Regione amministrativa Record FEI
    Piemonte
    Valle d Aosta
    Lombardia
    Trentino Alto Adige
    Veneto
    Friuli V.G.
    Liguria
    Emilia Romagna
    Toscana
    Umbria
    Marche
    Lazio
    Abruzzo
    Molise
    Campania
    Puglia
    Basilicata
    Calabria
    Sicilia
    Sardegna
    Note di distribuzione

    Distribuzione italiana per regione amministrativa (Evidenze personali)

    Regione amministrativa Record personali
    Piemonte
    Valle d Aosta
    Lombardia
    Trentino Alto Adige
    Veneto
    Friuli V.G.
    Liguria
    Emilia Romagna
    Toscana
    Umbria
    Marche
    Lazio
    Abruzzo
    Molise
    Campania
    Puglia
    Basilicata
    Calabria
    Sicilia
    Sardegna
    Note di distribuzione

    Biologia di Chrysis ragusae De Stefani, 1888

    Ospiti conosciuti

    Polifago  
    Tenthredinidae  
    Vespidae  
    Eumenidae  
    Masaridae  
    Sphecidae  
    Apidae  
    Colletidae  
    Halictidae  
    Megachilidae  
    Anthophoridae
     
    Lepidoptera
     
    Note sugli ospiti

    Habitat conosciuto

    Habitat  
    Piante per posa/rifugio Daucus carota L. (Invrea, 1921)
    Parassiti noti  
    Note biologiche  

    Altre info su Chrysis ragusae De Stefani, 1888


    Dichiarazione su copyright, autore e proprietà

    Tutti i contenuti di questa pagina sono copyright ©️ Chrysis.net se non diversamente specificato - si prega di consultare i singoli casi per dettagli sulla paternità e sul copyright. Gli esemplari nelle foto provengono dalle collezioni personali degli autori o di altri collaboratori e dalle collezioni di vari musei. Salvo diversamente specificato, l'intero contenuto di questo sito Web è a scopo personale, non commerciale, scientifico ed educativo con giusto accredito alla pagina da cui è stato derivato, e conformemente ai Termini e condizioni di Chrysis.net.

    Per citazioni

    Agnoli G.L. & Rosa P. (2021) Chrysis ragusae De Stefani, 1888, in: Chrysis.net Database dei Chrysididae europei. Interim version 22 October 2021, URL: https://www.chrysis.net/it/database-dei-chrysididae-italiani/specie/?rif=Chrysis_ragusae.